PornVisory ha intervistato Michael Fattorosi, avvocato che lavora per difendere porno attrici e attori, anche autore del libro “Resurrection of the Scrolls”.

Con Fattorosi abbiamo parlato del settore a luci rosse, di cosa manchi per soddisfare a 360 gradi tutte le persone sulla faccia della terra e di quali sono i casi più strani che gli siano capitati nella sua lunga carriera nel mondo del porno.

Molto altro ancora nell’intervista qui di seguito con Michael Fattorosi.

Il Covid-19 sta cambiando molte attività economiche, imponendo nuovi standard e regole: come sta influendo l’industria del porno?

Credo che il cambiamento si stia già vedendo. Gran parte della produzione in studio – in tutto il mondo – è stata chiusa e l’industria è passata ai contenuti self-shot prodotti da artisti e modelle a casa. Piattaforme come OnlyFans sono davvero decollate negli ultimi mesi e credo che questa tendenza continuerà anche quando il mondo tornerà alla normalità.

È opinione comune che il mondo della pornografia e tutto ciò che lo circonda sia una “macchina da soldi”. Qual è il guadagno medio di un attore e un’attrice in questo settore?

Non so se c’è una media. Artisti e modelle possono guadagnare da qualche centinaio di dollari al mese a oltre $ 100.000 al mese. Con piattaforme come OnlyFans e AVNStars non c’è davvero alcun limite su ciò che i modelli possono fare. In passato, quando ho iniziato a lavorare nel settore nel 2004, alcune pornostar guadagnavano $ 30.000 al mese e poi con siti di video online e la pirateria dei contenuti, i loro guadagni sono diminuiti drasticamente. Dal 2018, comunque, l’importo che un modello o un attore può guadagnare è aumentato e non sembra esserci un limite.

Quali sono le leggi sul porno più amichevoli, sia per quanto riguarda la produzione entrambi come fruizione? E quali sono le più chiuse?

In America, produrre pornografia è legale solo in due Stati: California e New Hampshire. In tutti gli altri Stati è ancora legalmente discutibile. Negli Stati Uniti, quegli Stati che sono più religiosi e conservatori sono i peggiori per la produzione di contenuti e i produttori rischiano ancora di essere arrestati per aver prodotto porno lì.

Quali sono i casi più comuni per i quali un avvocato è chiamato a difendere i diritti di qualcuno in questo settore? Per esempio. Attori contro la casa di produzione? Attrice contro attore?

La mia pratica spazia da copyright, marchio, formazione di entità, revisione/redazione di contratti, contenzioso e consulenza a nuovi studi e società che vogliono iniziare a fondare una nuova società nel settore degli adulti. Non ci sono mai due giorni uguali e ogni cambiamento nel settore richiede più cambiamenti nella mia pratica e nel modo in cui commercializzo me stesso e i miei servizi.

Puoi parlarci del caso più insolito che è seguito?

Non posso dirvi molto poiché è protetto dal segreto professionale di un avvocato, ma in due occasioni separate ho ricevuto delle minacce di morte a causa dei casi che stavo gestendo.

Cosa pensi che manchi nell’industria del porno oggi? Quale prodotto/servizio dovrebbe diventare più presente o svilupparsi?

Non so se manchi qualcosa dal punto di vista del consumatore. Penso che ci siano molte nicchie diverse di contenuti che soddisferebbero i desideri e gli interessi di chiunque. Penso che anche i giocattoli sessuali siano diventati vari e più numerosi. Le attività di Kink sono ora più equamente rappresentate sia nei contenuti che nei giocattoli. Nel complesso, penso che l’industria faccia molto bene a soddisfare le esigenze e le richieste dei suoi fan. Riesco a immaginare VR e giocattoli sessuali incentrati sui maschi guadagnaranno più trazione e vendite negli anni a venire.

Quasi il 75% dei contenuti e del traffico nella pornografia online appartiene a un gruppo, quindi possiamo dire che esiste un monopolio. Come vedi questa situazione e quali danni a lungo possono portare al settore industriale?

C’è stato sicuramente un calo del numero di aziende nello spazio per adulti. Tuttavia non lo definirei un monopolio. Mindgeek/Pornhub/ Brazzers controlla gran parte del traffico su Internet, ma i siti di cam stanno ancora andando molto bene e l’ascesa di piattaforme come OnlyFans e AVNStars dimostra che c’è sempre spazio e entrate per le aziende che hanno idee superiori. Il porno non è più un’attività che si arricchisce rapidamente, ma puoi comunque fare molti soldi se hai un’idea superiore. La maggior parte delle persone che entra nel settore di solito copiano siti popolari già esistenti. Circa 2-3 volte all’anno mi viene presentata un’idea completamente nuova nel porno che ha una reale possibilità di cambiare l’industria e la società. È molto raro però.