PornVisory ha intervistato Angela Gabriella Princz, in arte Blue Angy, per capire come funziona la carriera di escort e di come si possa coniugare questa attività con una vita privata e l’avere altri lavori come quello di scrittrice, life coach e personal trainer.

Come e quando hai iniziato a fare la escort?

Avevo 23 anni quando ho cominciato a fare l’escort ed è nata Blue Angy. Lavoravo in un night club in Abruzzo dove vedevo le mie colleghe uscire e accettare denaro da parte degli uomini. Io preferivo fare bere e intrattenere gli uomini con degli spettacoli, finché un giorno un ragazzo giovane con la Ferrari che oramai da tre mesi veniva a trovarmi – non riuscivo a capire come mai – mi propose una cifra a cui non potevo dire di no.

Andammo in un bellissimo albergo. Mi ricordo fosse un 5 stelle sul mare, e facemmo l’amore. Non facemmo sesso. E mattina dopo mi diede un bacio e quando dovette andarsene mi fece portare in camere 30 rose rosse. Ora se guardo alla mia vita posso dire che ho guadagnato una cifra importante e sono sempre stata trattata bene, da donna amata e corteggiata, cosa che precedentemente non accadeva a causa degli uomini sbagliati che non ho avuto

Come mai hai voluto scrivere un libro?

Ho scritto due libri e mi piace scrivere di un argomento che mi sta a cuore. La stessa passione che metto nello scrivere la metto nel fare l’escort. Mi dà la sensazione di trasmettere qualcosa al prossimo. La mia filosofia di vita è la mia positività, cosa che definisce la mia singolare persona.
Il primo libro è stato “Come fare del bene agli uomin. Vita e consigli di una cortigiana perfetta” ed è la mia autobiografia che racconta la mia infanzia e il mio percorso per diventare una donna. Il secondo libro parla di sesso e amore. Il titolo è “Liberazione e complicità oltre ogni tabù per la felicità della coppia in un mondo in amore infedele” e parla della nostra società e di come l’amore non sia altro che complicità. L’eternità dell’amore sta nell’essere complici, riuscire a mettersi nei panni degli altri.

Quali sono le soddisfazioni più grandi che hai avuto nella tua carriera?

La più grande soddisfazione della mia carriera, non essendo soltanto una escort, ma una femmina a 360° che agisce sempre con amore, è il fatto di essere un’esperto di livecode e sono anche una personal trainer. Il fatt di essere una scrittrice non è stato un caso ma perché mi piace donare e quindi la gratificazione più grande è aiutare le persone in un modo o in un altro.

Ci parli del tuo mestiere di life coach, di che ti occupi?

Come motivatore, aiuto le persone che hanno bisogno di uno stimolo con un percorso psicofisico interpersonale per ottenere il meglio per il proprio corpo e non solo. Mi piace ascoltare le persone e mi piace dare suggerimenti e consigli spesso e volentieri per dimagrire, smettere di fumare o smettere di bere.
Collaboro anche con medici professionali e insieme otteniamo risultati veramente ottimi anche nel caso di persone che hanno il colesterolo molto alto o i trigliceridi troppo alti. Con il mio aiuto e sostegno hanno ottenuto ottimi risultati in terlini di salute e la cosa più bella è che per loro auesto percorso è diventato un vero e proprio stile di vita sano che sono poi riusciti a portare avanti anche senza di me

Come l’ha presa la tua famiglia?

Mia figlia ha sempre saputo che lavoro faccio, non l’ho mai nascosto. Quando era piccola, essendo condizionata dal parere della società, faceva fatica ad accettare. Ora che è diventata una donna ha capito e mi dice che vorrebbe quasi seguire le mie orme ma non ha il mio carattere per poterlo fare.