Negli ultimi giorni, nel Comune di Norcia, sono stati presi d’assalto i totem pubblicitari piazzati in diversi punti della città, che i criminali hanno pensato bene di sfruttare per mostrare dei video porno. Le immagini provengono dalla piattaforma di Pornhub.

Stiamo parlando di 2 totem installati solo di recente e costati la bellezza di 8500 euro l’uno, quindi non qualcosa di vecchio che poteva presentare delle falle. Nonostante questo i criminali sono riusciti ad accedere alla piattaforma e far apparire video porno.

La notizia non è certo passata inosservata ai più. Lo stesso Sindaco di Nordcia, Nicola Alemanno, ha confermato l’intrusione sia nel totem collocato nei pressi di Porta Romana che in quello di Porta Ascolana. Pare che la polizia sia già sulle tracce dei responsabili.

Sicuramente è un danno per l’amministrazione comunale anche perchè adesso bisogna rimuovere e ripristinare i totem, che nel frattempo rimarranno inutilizzabili. Il ripristino dei totem sarà effettuato dalla ditta Omnia comunicazione di Roma, a cui è stato anche affidato il compito di risalire ai responsabili di questo attacco.

Lo stesso Comune di Norcia ha pubblicato un comunicato in cui si prendono ovviamente le distanze da questo evento e si spiega come questi video abbiano leso la sensibilità dei cittadini, affermazione che lascia trasparire un senso di negatività non per il gesto ma anche per il contenuto mostrato, come se il porno fosse qualcosa di malvagio e illegale di per sé. Ovviamente cosi non è e chi lo pensa è un semplice bigotto, come ha ricordato qualche tempo fa Valentina Nappi in un caso di atti osceni in luogo pubblico.

Quel che pero è certo è che mettere video porno in bella mostra dove anche minorenni avrebbero potuto guardarlo non è legale e rappresenta un atto criminale.