Difficile non parlare della recente questione che sta sconvolgendo l’America, in merito alle pesanti accuse che sono state mosse a Hunter Biden, il figlio del candidato alle presidenziali Joe Biden, sul cui computer sarebbero state trovate email e foto a tema pedopornografia

La vicenda parte dall’anno scorso quando Biden si recò in un centro assistenza pc per far riparare il suo portatile in cui era stato rovesciato del liquido, rendendo il sistema inutilizzabile.

Ma a quanto pare né il portatile né l’hard disk dello stesso sono stati mai recuperati da Biden e quindi il tecnico ha pensato bene di controllare il contenuto dell’hard disk, scoprendo una serie di informazioni davvero allarmanti.

Infatti, sono state scoperte dell’email con dei soggetti ucraini che avevano chiesto a Hunter Biden un incontro d’affari con il padre Joe, cosa che poi effettivamente avvenne anche se Joe negò di aver avuto affari con degli esponenti dell’Ucraina, mentendo di fatto a tutti. Ed è su questo punto che il Presidente in carica Donald Trump si sta battendo per far leva e sconfiggere l’avversario alle prossime elezioni USA.

Inoltre, durante una recente intervista fatta ad uno degli investigatori sul caso e sul contenuto dell’hard disk viene chiesto se c’è un collegamento tra il materiale incriminato e il figlio di Biden, collegamento che l’investigatore ha lasciato intendere esista, anche se non ha potuto dire di più.

Quindi, anche se non sono stati rivelati dei dettagli, ci sono abbastanza informazione per arrestare Hunter Biden per possesso di materiale pedopornografico, reato molto grave e che lo vedrebbe dietro le sbarre per molto tempo.

Sicuramente questa è una pessima notizia per il candidato alla Casa Bianca, visto che getta ombre sia sul suo conto, per via delle email incriminate, che sulla sua famiglia, visto che suo figlio è stato coinvolto un giro criminale di pedopornografia, quindi anche altamente immorale.